MANUTENZIONE & ASSET MANAGEMENT - A.I.MAN. PRESENTA LA NUOVA TESTATA

12/01/2021

Da Ottobre 2020 la nuova testata dell’organo ufficiale A.I.MAN. è
Manutenzione & Asset Management
Nelle parole del Presidente A.I.MAN. Ing. Saverio Albanese, pubblicate a pagina 5 del numero di Ottobre 2020, ecco le motivazioni che hanno portato al rinnovamento della testata.


Buona lettura!

A partire da questo numero la testata della rivista si rinnova da Manutenzione Tecnica & Management a Manutenzione & Asset Management.
È un cambiamento indispensabile in virtù della fortissima relazione che esiste tra la gestione degli Asset lungo il loro ciclo di vita e la loro manutenzione. Un binomio non sempre perfetto e che richiederebbe di puntare, secondo una logica di miglioramento continuo, alla perfezione.
Credo che sia opportuno rilevare che di passi in avanti se ne siano fatti e che il coinvolgimento della funzione della Manutenzione da parte degli altri dipartimenti delle organizzazioni stia crescendo in maniera consapevole e che non è più raro sentire che gli esperti di manutenzione facciano parte di team multifunzione e multidisciplinari sino dalle prime fasi di acquisizione di un asset. È un primo passo importante che ci avvia verso una maggiore maturità del ruolo della manutenzione e che sicuramente vede una forte spinta che deriva dalle nuove ed importanti esigenze che arrivano dagli stakeholder sia in termini di trasformazione digitale che di evoluzione verso una società sostenibile.
A.I.MAN. negli ultimi anni ha sviluppato numerosi eventi ed articoli che aiutassero ad aumentare la consapevolezza del ruolo apicale che la manutenzione ha all’interno delle aziende al fine di procedere con delle trasformazioni che puntino da un lato a conservare, curare e allungare la vita utile degli asset e dall’altro ad innovarli con il minimo della spesa cercando di trarne il massimo profitto. Non è una cosa semplice, anzi, ma chi viene dal mondo della manutenzione, come più volte mi avrete sentito dire durante i recenti congressi e osservatori ha nel suo DNA un approccio che mira ad utilizzare al meglio gli asset aziendali, apportando le modifiche necessarie per massimizzarne l’efficienza e le performance e al tempo stesso a minimizzare gli sprechi.
La nostra rivista subirà pertanto un cambiamento che mirerà ad aiutare il lettore in questo percorso di trasformazione inevitabile e punterà ad un suo pieno coinvolgimento per condividere esperienze, opinioni, creare un network professionale solido e unito e che disponga delle migliori competenze professionali presenti sul territorio nazionale. In questo cambiamento ci supporterà il nuovo direttore responsabile della rivista, il Prof. Filippo De Carlo dell’Università di Firenze, che desidero ringraziare sin d’ora per la sua piena disponibilità e per gli ottimi propositi con cui si è presentato.
Al tempo stesso desidero ringraziare il Prof. Marco Macchi per la sua indiscussa opera di supporto e consolidamento della nostra rivista in questi ultimi quattro anni e che ci ha permesso di sviluppare e di diffondere presso i nostri lettori, tra le altre cose, una visione olistica sulla gestione degli asset aziendali. Il connubio con il mondo accademico, pertanto, continua e in linea con le aspettative sta permettendo di accrescere le conoscenze e le competenze dei nostri lettori e della intera comunità fedele ad A.I.MAN.
La mission di A.I.MAN., fondata principalmente sulla diffusione, divulgazione della cultura manutentiva con particolare attenzione agli aspetti innovativi e strategici delle aziende si esplicherà in maniera sempre più efficace grazie alla rivista e a tutte le risorse umane che vi contribuiscono e grazie ai suoi eventi, come sempre eventi unici ed imperdibili di sviluppo professionale. A questo riguardo ricordo il prossimo nuovo evento in programma a novembre che vedrà un’opportunità unica di partecipazione a una serie di incontri via Web relativi a tematiche specifiche sulla manutenzione e la gestione degli asset con una connotazione improntata alla Digital Green Innovation.
E sarà proprio in occasione del 4° Osservatorio Italiano della Manutenzione che avrò l’onore di presentarvi il primo Italian Maintenance Manager in qualità di vincitore di una folta lista di candidati provenienti da tutte le realtà aziendali nazionali. Questo premio importantissimo segue il percorso di evoluzione di A.I.MAN. che mira ad identificare le eccellenze di cui disponiamo sul nostro territorio per una sua costante e sostanziale crescita culturale e che mai come in questo difficile momento si rende indispensabile per il bene e per lo sviluppo del nostro paese.
Ing. Saverio Albanese
Presidente A.I.MAN.