Comunicato Stampa

 

GRANDE SUCCESSO PER IL XXVII CONGRESSO NAZIONALE A.I.MAN.

Lo scorso 14 Giugno oltre 200 professionisti di Manutenzione presenti presso la Fondazione Ferrero

 

Milano – 18 Giugno 2018 Grandissimo successo per il XXVII Congresso Nazionale A.I.MAN.: lo scorso 14 Giugno una platea di oltre 200 professionisti della manutenzione italiana ha partecipato alla giornata dal titolo "La Gestione degli Asset per la Creazione del Valore: Maintenance Best Practices”. L’evento si è tenuto presso la Fondazione Ferrero ad Alba, teatro d’eccezione per un Congresso che ha confermato le attese dei partecipanti e degli organizzatori. La giornata ha visto susseguirsi sul palco i Consiglieri A.I.MAN. provenienti dal mondo degli End User, i Diamond Partner dell’Osservatorio Italiano della Manutenzione 4.0 ABBEmerson ed Engineering, e lo sponsor Carl Software presente con il suo partner Injenia.

I lavori del mattino sono stati aperti da Cristian Son, Responsabile Marketing A.I.MAN.: Son si è focalizzato su una presentazione di tutti gli eventi 2018 dell’Associazione ed ha voluto soffermarsi sui numeri che ne raccontano i suoi 59 anni di storia. Numeri che però non sono semplici dati, ma che rappresentano le persone: “A.I.MAN. è un’Associazione di persone che contano, ma che soprattutto sanno contare”, ha ribadito Cristian Son.

Questo concetto è stato ripetutamente ripreso dai relatori del mattino. Son ha poi ceduto la parola per un saluto di benvenuto da parte dell’Ing. Giuseppe Costanza, Responsabile di Manutenzione di Ferrero: socio A.I.MAN., ha voluto portare il ringraziamento alla platea da parte della Ferrero tutta per la ricca adesione alla giornata. Quindi è toccato al Presidente A.I.MAN., l’Ing. Saverio Albanese (foto a sinistra), il compito di aprire le relazioni, anche nel suo ruolo di chairman del mattino: un intervento, aperto da un video in cui si mostravano alcuni drammatici esempi di distruzione di valore.  “Serve un approccio sistemico per la gestione degli asset lungo l’intero ciclo di vita, il pensiero lineare non può funzionare, nei sistemi complessi dobbiamo operare quello circolare” ha fatto capire Albanese. La Manutenzione “Circolare” è lo strumento fondamentale per la conoscenza dell’Asset e quindi per massimizzarne il valore. Ha concluso citando anche Albert Einstein: La logica ti può portare da A a B, l’immaginazione invece ti può portare ovunque. “L’innovazione è il motore della crescita, concetto più attuale che mai”.

L’Ing. Diego Fabrizio Gaggero e l’Ing. Sebastiano Masper di ABB hanno presentato ABB Ability, il progetto ABB in ambito Manutenzione 4.0 che si è perfettamente collegato alla relazione dell’Ing. Albanese. A seguire, prima del Coffee Break, la parola è passata all’Ing. Giuseppe Mele, Plant Director Heineken a Comun Nuovo: un modo diverso di vedere l’Industry 4.0 con un focus espressamente dedicato alla persona e alle sue competenze, solo partendo da questo si potrà realmente avere un aiuto dalle macchine nel prossimo futuro. Dopo la pausa l’Ing. Fabio Camerin di Emerson ha esposto il caso applicativo che ha visto l’azienda protagonista insieme alla raffineria Iplom. A seguire l’Ing. Stefano Dolci ha raccontato l’esperienza, ormai pluriennale, dello Scalo Intercontinentale di Malpensa in ambito Industry 4.0.

Nel pomeriggio Marco Marangoni, Coordinatore Comunicazione & Soci A.I.MAN., ha spiegato il percorso che ha visto coinvolta l’Associazione in questi ultimi due anni e ha esposto tutte le modalità comunicative in uso da A.I.MAN., comprese quelle social e quelle del canale ufficiale Manutenzione T&M. “A.I.MAN. ha completamente cambiato la sua immagine ed oggi è un piacere poter lavorare nel network comunicativo dell’Associazione, un network completamente Social”, ha dichiarato Marangoni.

Francesco Gittarellichairman del pomeriggio, ha poi introdotto i lavori dando un breve sguardo sull’importanza delle competenze di Manutenzione. A seguire Maurizio La Porta e Morena Pietraccini di Engineering hanno raccontato i passi che portano verso la Manutenzione Predittiva, Cristiano Boscato di Injenia, partner di Carl Software, ha esposto gli strumenti e le esperienze concrete che stanno innovando i processi manutentivi attraverso la Social Collaboration. L’Ing. Riccardo De Biasi di AUCHAN ha fatto capire come poter arrivare alla Manutenzione 4.0 anche in realtà dove ci sono pochi spazi d’investimento, mentre l’Ing. Rinaldo Monforte Ferrario, Gruppo SAPIO, ha esposto un caso di successo dove si è visto quanto la Manutenzione convenga e quanto essa, se programmata e studiata al meglio, possa far risparmiare. L’Ing. Marcello Moresco ha introdotto il Focus Group Machinery Service: l’intervento è stato molto breve, ma A.I.MAN. utilizzerà ulteriori strumenti per lanciare questa interessante iniziativa. In una sala ancora piena, Marco Marangoni ha poi chiuso ufficialmente i lavori dando appuntamento ai prossimi eventi A.I.MAN., previsti per la seconda parte dell’anno.

A.I.MAN. ringrazia tutti i suoi soci, tutte le persone che hanno contribuito all’organizzazione della giornata, la Fondazione Ferrero per la splendida accoglienza, i chairman, i relatori, i Diamond Partner dell’Osservatorio Italiano della Manutenzione 4.0 ABBEmerson ed Engineering, gli Sponsor Carl SoftwareGSSHenkel e Siveco e tutti i partecipanti al XXVII Congresso Nazionale.

Comunicazione A.I.MAN.

marketing@aiman.com