Il congresso nazionale

 

XXVI Congresso Nazionale A.I.MAN.
15 Novembre 2016 – Firenze

Grande successo di pubblico per la XXVI edizione del Congresso Nazionale A.I.MAN., svoltosi lo scorso 15 Novembre a Firenze presso il Learning Center di General Electric. Oltre 140 addetti ai lavori in ambito Manutenzione hanno preso parte ad una giornata che ha portato l'attenzione verso l'Industry 4.0 e quanto essa sia determinante anche in ambito Maintenance.

I lavori sono stati aperti e coordinati dal Presidente A.I.MAN. Saverio Albanese, dopo il saluto iniziale di Giuseppe Adriani, Consigliere e Coordinatore Regione Toscana A.I.MAN, e di Massimo Messeri, Presidente Nuovo Pignone General Electric.

Saverio Albanese ha focalizzato l'attenzione su quelli che poi sono stati i contenuti esposti dai relatori dell'evento: «Stiamo entrando nell’era della Industry 4.0, ovvero della applicazione dell’Internet of Things (IoT) alle tecnologie, ai processi produttivi ed ai beni fisici. Il termine IoT indica un sistema in cui tutto, compreso le persone, può essere interconnesso tramite sensori e reti ad altissima velocità per raccogliere dati ed elaborarli mediante algoritmi per conseguire real time e on line una gestione ottimale e sostenibile degli asset. In termini manutentivi questo si traduce con la possibilità di eseguire una manutenzione di tipo prognostico ossia di prevedere in modo accurato la probabilità di guasto funzionale di un asset con un anticipo di previsione di gran lunga superiore a quanto oggi realizzato con le attuale tecniche di manutenzione on condition. In generale la manutenzione è fortemente interessata all’utilizzo di sistemi integrati ICT connessi con intelligenza e selettività secondo lo schema M2M (Machine to Machine) passando, dalla raccolta manuale e semiautomatica dei KPI tecnici di prestazione ed integrità, alla ricezione selettiva ed automatica real time e on line, con notevoli miglioramenti di efficacia ed efficienza. In questo scenario diventa determinante il ruolo del Management, dell’Organizzazione, dell’Ingegneria della manutenzione e dell’ICT che, con le opportune integrazioni e sinergie, può aprire nuove prospettive di competitività. Sensibile da sempre ad ogni innovazione, l’A.I.MAN che da 57 anni è il riferimento culturale della manutenzione, coerente con il suo impegno, ha voluto focalizzare su questo il XXVI Congresso Nazionale».

Queste le relazioni presentate durante la giornata:

“Nanotecnologie, nuove opportunità per l’Impresa 4.0”
Fabio Beltram, National Enterprise for Nanoscience and Nanotechnology, Scuola Normale Superiore Pisa

“Una Nuova Era per la Manutenzione: Sostenibilità ed IoT”
Franco Santini, Presidente Emerito A.I.MAN.

”Verso la manutenzione 4.0: punti di attenzione ed opportunità. I risultati del WEB Survey”
Annamaria Di Ruscio, Amministratore Delegato Net Consulting Cube

“L’industria immobiliare e l’attività di manutenzione straordinaria o processo di valorizzazione. La manutenzione strumento per la creazione di valore”
Oliviero Tronconi, Professore Ord. Tecnologia dell’Architettura Politecnico di Milano

“Quadro Normativo: i Soggetti Responsabili della manutenzione in campo ferroviario nell’era 4.0”
Benedetto Legittimo, Direzione Generale Ministero Infrastrutture e Trasporti

“Digitalizzare la Manutenzione: I primi passi nella nuova era”
Gianluca Setti, Valentina Trabattoni Eni I.C.T. Managers

 “Digitalizzazione dell’Industria manufatturiera: Soluzioni per una manutenzione intelligente”
Matteo Masi, Sales Specialist Digitization Industry 4.0 Cisco

“Asset Management in RFI – Un caso concreto”
Gianpiero Pavirani, Responsabile Asset Management RFI
Maurizio La Porta, Responsabile Unità Produttiva Engineering Ingegneria Informatica

“Vivere del cambiamento: tracciare la rotta verso l’Industria 4.0”
Roberto Siagri, Presidente Eurotech spa

“La Diagnostica delle macchine nell’era dell’IoT”
Francesco Miniello, Machinery Diagnostic Engineer Bently Nevada

“Gestione del processo manifatturiero sulla base delle nuove tecnologie disponibili”
Giuseppe Palopoli, V. President Western Europe Operations Bakery-F.lli Barilla

“Simav: Tecnologie SMART per la Manutenzione Predittiva e la Sicurezza sul Lavoro”
Massimo Esposito, System Engineering and R&D SIMAV

Durante la giornata, spazio di rilievo al prof. Marco Macchi, Direttore della rivista Manutenzione Tecnica & Management –  organo ufficiale A.I.MAN. e Media Partner dell’evento –  che ha introdotto il suo progetto di sviluppo del magazine incentrato sull’evoluzione qualitativa dei contenuti.

L’Ingegner Maria Grazia Marzoni, Capo Settore Standar Tecnici ANSF – Agenzia Nazionale per la Sicurezza nelle Ferrovie ha parlato brevemente dell’importanza della manutenzione in ambito ferroviario.

Al termine dei lavori, grazie alla disponibilità dell’O&G TMS Service Engineering con esperienza su Condition Base Maintenance (diagnostica remota ed altre soluzioni Digitali), è stato possibile visitare l'i-Center di General Electric.

La giornata è stata patrocinata da Confindustria Firenze ed è stata organizzata con il contributo di Net Consulting Cube. Sono stati riconosciuti 5 Crediti Formativi Professionali dall’Ordine degli Ingegneri di Firenze e Provincia e dal Collegio dei Periti Industriali di Firenze.

Cisco, Engineering, Eurotech, Mecoil, Moveo e Simav sono stati gli Sponsor di questa XXVI Edizione del Congresso Nazionale, la terza consecutiva svoltasi nella prestigiosa location messa a disposizione da General Electric. Appuntamento al 2018 per la prossima edizione.

Tutti i materiali presentati in questa occasione sono presenti e scaricabili all'interno dell'Area Riservata del Sito